IRLANDA

«... Quando in Irlanda splende il sole, c’è forse un luogo più bello al mondo?» (Siobhan Dowd)

Irlanda, l'isola di smeraldo

Terra di spazi verdi, scogliere mozzafiato, castelli e leggende, L’Irlanda ha ispirato da sempre poeti e letterati ed è stata definita Isola di smeraldo da William Drennan nella celebre ode “When Erin First Rose”, proprio per omaggiare i colori vividi della rigogliosa natura irlandese. Il disagio di un clima non sempre clemente, spesso piovoso, è ampiamente compensato dalla bellezza dei paesaggi, dai cieli che rapidamente da grigi diventano azzurri, dalla storia del Paese, dall’alone di mistero che circonda questa terra leggendariamente abitata da fate, elfi e folletti. E dall’allegra cordialità degli irlandesi, uno trai i popoli più affabili e socievoli d’Europa.

Come cogliere l’essenza dell'Irlanda ...

Il tour dell’Irlanda dell’ovest si svolge in 8 giorni e propone il meglio del Paese, da Dublino ai paesaggi lunari del Burren fino ai panorami mozzafiato del Connemara, con visite a castelli, abbazie e siti preistorici, cittadine piene di vita e tipici villaggi con le case dal tetto di paglia.
Una volta arrivati a Dublino, dopo una visita panoramica della città e del suo centro, si raggiunge la contea di Kerry passando prima dal suggestivo castello di Cahir: edificato nel XIII secolo su un isolotto del fiume Suir, è stata la cornice storica di numerosi film. Si prosegue alla scoperta della penisola di Iveragh lungo il Ring of Kerry, celebre percorso ad anello che attraversa gli splendidi paesaggi dell’Irlanda sud-occidentale e regala ad ogni curva scorci mozzafiato: laghi, montagne, una campagna brillante e punteggiata da cottage, villaggi pittoreschi, calette di sabbia bianca e vedute sconfinate sull’oceano. Sosta ai curatissimi giardini della Muckross House, all’interno del parco nazionale di Killarney. Dirigendosi verso nord e facendo tappa al pittoresco villaggio di Adare, con i suoi cottage dal tetto di paglia e i negozietti di antiquariato, si raggiunge Bunratty per la visita del castello medievale e del Folk Park, una ricostruzione di tipici ambienti rurali del XIX secolo. È tempo di proseguire per le imperdibili scogliere di Moher: gli 8 km di pareti a strapiombo che arrivano ad un’altezza di 214 metri sull’oceano, vi lasceranno un ricordo indimenticabile!
Attraverso il tavolato calcareo Burren, unico al mondo con i suoi paesaggi lunari spogli di vegetazione, si arriva a Galway da cui è possibile raggiungere le isole Aran. Queste isole, della stessa origine calcarea del Burren, conservano resti di insediamenti cristiani e precristiani tra i più antichi in Irlanda. Gli abitanti comunicano fra loro in gaelico, la lingua irlandese, mentre con gli stranieri parlano inglese. Qui usi e tradizioni ormai perduti altrove sono rimasti immutati nel tempo. Altro luogo ricco di fascino è il Connemara, regione selvaggia che racchiude tutte le sfaccettature della natura irlandese: coste rocciose e frastagliate, montagne apre e brulle, brughiere costellate da laghi, stagni e piccoli corsi d’acqua con i campi suddivisi dai tipici muretti in pietra all’interno dei quali pascolano pecore e montoni. Visita alla Kylemore Abbey, dimora dell’Ottocento in stile neogotico convertita in abbazia benedettina. Il tour prosegue verso Sligo, cittadina dall’atmosfera semplice ma vivace, patria del poeta William Butler Yeats che, per i suoi componimenti, trasse ispirazione dai magici paesaggi della regione. Lungo il tragitto visita al cimitero megalitico di Carrowmore che comprende resti di dolmen, circoli di pietre e camere funerarie risalenti al 2000 a.C.. Da qui si punta direttamente alla tappa finale: la capitale Dublino, per una visita della città con ingresso all’imperdibile Trinity College.

 

Il tour dell’Irlanda del sud, che si svolge sempre in 8 giorni iniziando e terminando a Dublino, è dedicato a chi ama farsi suggestionare dal fascino della storia inserita nella natura rigogliosa e selvaggia: si parte alla scoperta di antichi siti monastici e residenze nobiliari, castelli e fortezze, maestose scogliere e penisole selvagge, cittadine e villaggi tipici, percorrendo strade panoramiche. Con la visita a una distilleria per degustare il più famoso whisky irlandese.
Si parte visitando Dublino e il Trinity College per poi volgere verso la contea di Wicklow, un paradiso naturale e selvaggio che si è guadagnato l’appellativo di Giardino d’Irlanda. Visita al sito monastico di Glendalough, uno dei più suggestivi del Paese. Dopo una breve panoramica della città medievale di Kilkenny, tappa al castello di Cahir che sorge su un’isoletta rocciosa in mezzo al fiume Suir ed è uno dei castelli medioevali meglio conservati. La tappa successiva è molto particolare: si tratta della distilleria Jameson Experience di Midleton, fondata nel 1825, dove si potrà conoscere il processo di produzione del più famoso whisky irlandese e anche degustarlo. In prossimità si trova Cork, la città dei 20 ponti, una realtà urbana vivace e dalla vocazione culinaria, che conserva un centro storico di impronta medievale. Il tour prosegue alla scoperta del West Cork con sosta nella colorata cittadina portuale di Kinsale, con i suoi ristorantini di pesce, e al vicino Charles Fort, una fortezza a stella del XVII secolo molto ben conservata.
Lungo la strada costiera con vista su scogliere, fiordi e baie si arriva alla Bantry House, una dimora del XVIII secolo ricca di storia, con dei meravigliosi giardini all’italiana e una straordinaria collezione di opere d’arte. Si raggiunge quindi la penisola di Dingle, un angolo selvaggio e incontaminato che pare ai confini del mondo. La strada litoranea, con scorci di rara bellezza sull’oceano, conduce fino al capo di Slea; da qui è possibile avvistare le isole Blaskets, l’arcipelago più occidentale d’Europa, completamente disabitato. Visita dell’oratorio di Gallarus, considerato la chiesa cristiana più antica d’Irlanda e costruito in pietra con tecniche risalenti al neolitico. Dirigendosi verso nord, dopo aver attraversato in traghetto il fiume Shannon, si arriva alle imperdibili scogliere di Moher. Da qui si riparte alla volta del Burren fino a raggiungere Galway. Rientro a Dublino per la partenza verso casa, non senza aver prima festeggiato presso uno dei tradizionali pub locali.

 

Il Gran tour dell’Irlanda si svolge in 11 giorni e propone un itinerario completo alla scoperta delle località e dei paesaggi più belli, dal sud all’estremo nord del Paese. Il circuito ricalca per diversi giorni quello dell’Irlanda dell’Ovest, partendo da Dublino e raggiungendo il Castello di Cahir, il Ring of Kerry, i giardini della Muckross House presso il parco nazionale di Killarney. E poi Bunratty, per la visita del castello medievale e del Folk Park, le maestose scogliere di Moher, il Burren e Galway con la possibilità di aggiungere in traghetto le isole Aran. Dal Connemara si raggiunge Sligo con sosta al cimitero megalitico di Carrowmore. Nella contea del Donegal si trova invece il Glenveagh National Park, conosciuto per i bellissimi paesaggi e perché ospita il più grande branco di cervi rossi esistente in Irlanda. Visita al castello di Glenveagh e ai magnifici giardini che lo circondano, ricchi di piante di origine esotica. Dal Donegal si prosegue alla scoperta della via del Gigante, impressionante formazione geologica, Patrimonio dell’Umanità Unesco, composta da oltre 40.000 colonne esagonali di basalto che si protendono verso il mare. Lungo il percorso, si trovano le spettacolari rovine del Castello di Dunluce, un antico maniero aggrappato a uno sperone di roccia a strapiombo sul mare, tanto che nel 1639, durante una notte tempestosa, parte del castello crollò in mare. La strada panoramica che si snoda lungo la costa di Antrim conduce a Belfast, città vitale e accogliente nonostante i suoi burrascosi trascorsi storici. Da vedere, la torre leggermente pendente dell’Albert Memorial Clock, la Grand Opera House, la City Hall, la Queen’s University, il Titanic Belfast, il più grande memoriale al mondo dedicato al transatlantico affondato nel 1912. È stato edificato nel luogo del cantiere di costruzione del Titanic. Si tratta di un edificio avveniristico, a forma di quattro enormi prue, inaugurato nel 2012 per celebrare il centenario del Titanic e raccontarne la tragica storia. Il tour si conclude puntando su Dublino, dove ci sarà tempo per visite culturali e “ludiche”, come quella al Trinity College, la più antica università irlandese, ma anche alla Guinness Storehouse, un’esposizione dedicata alla storia della famosa birra scura irlandese, rigorosamente con degustazione.

I nostri tour culturali in Irlanda

Irlanda dell’Ovest

Irlanda del Sud

Gran Tour dell Irlanda

Ti potrebbe interessare

Minitour del Portogallo

Spagna del Nord

Bulgaria e Romania

Cammino della Costa a piedi da Guarda a Santiago

Rusconi Viaggi S.p.a.

   Go to the Incoming Site

in Evidenza

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome 
email* 
 

© Copyright 2017 by Rusconi Viaggi S.p.A. - C.F. e P.IVA: 01531930137

Viale Dante Alighieri, 28 - 23900 - Lecco