Buona Santa Pasqua

Pasqua, ecco come si festeggia nel mondo

 

La Pasqua è la festa più importante per i cristiani. Il suo significato etimologico è “passaggio” e la ricorrenza tra la sua origine dalla festa ebraica di Pesach legata al passaggio di Israele, attraverso il mar Rosso, dalla schiavitù d’Egitto alla libertà. Per i cristiani è la celebrazione di un altro tipo di passaggio: quello dalla morte alla vita di Gesù Cristo. Da sempre l’arrivo della Pasqua segna anche il termine dei rigori dell’inverno e del periodo di Quaresima, ecco perché è simbolicamente collegata alla rinascita e al risveglio di tutto il vivente. Questo aspetto si riflette nelle tradizioni, nelle usanze e nei giochi pasquali di tutto il mondo, così diversi ma a volte così simili tra loro. Una cosa è certa: ovunque, la Pasqua è una festa che riempie il cuore di gioia. Scopriamo insieme come viene festeggiata in giro per il mondo.

La Pasqua in Terra Santa

Terra Santa
In nessun altro luogo potrete vivere la Pasqua con la stessa intensità con cui viene vissuta in Israele, dove di ripercorrono i luoghi della Passione di Cristo in un’esperienza unica. Qui si festeggia la Pasqua cristiana e la festa ebraica del Pesach, che inizia il giovedì prima di Pasqua e ricorda l’esodo degli ebrei in Egitto. Per i cristiani la città vecchia di Gerusalemme diventa lo scenario della rievocazione della Settimana Santa, dalla processione delle Palme alla Resurrezione di Cristo, con le celebrazioni che iniziano la domenica delle Palme con la benedizione delle palme nella basilica del Santo Sepolcro per poi proseguire con la processione che discende il Monte degli ulivi, per ricordare l’ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme. Le celebrazioni continuano il giovedì con la commemorazione dell’Ultima cena e la cerimonia della lavanda dei piedi tenuta dal Patriarca latino al Santo Sepolcro. Qui si trova la basilica dell’Agonia che ospita la nuda pietra su cui si consumò la notte di passione di Gesù. Il venerdì Santo, lungo la via Dolorosa, si svolge la Via Crucis, che ripercorre i luoghi della passione di Cristo. A seguire si tiene il funerale di Cristo, che rievoca la deposizione del corpo di Gesù nel sepolcro, cui fa seguito, il sabato, la grande veglia di Pasqua. La domenica di Pasqua è giorno di festa, la festa della Resurrezione, con la messa nella Basilica del Santo Sepolcro e la processione attorno alla tomba di Gesù.

La Pasqua in Russia

Russia
Le uova colorate di rosso sono in Russia simbolo della rinascita ottenuta dal sacrificio di Cristo e vengono regalate ai familiari e agli amici. Le celebrazioni della Pasqua iniziano alla mezzanotte di sabato con la processione intorno alla cattedrale di Sergiev Posad (l’antica Zagorsk), sede del Patriarca della chiesa ortodossa. La mattina della domenica di Pasqua le famiglie si recano al cimitero a fare visita ai parenti estinti, lasciano loro del cibo o si fermano a fare un picnic. Alla sera si banchetta con diversi tipi di carne, pesce e funghi e una sorta di panettone pasquale chiamato “Kulitch” servito con della ricotta dolce. Il banchetto pasquale, dopo la severa Quaresima ortodossa, è ricco e sontuoso.

La Pasqua in Germania

Germania
Il coniglietto pasquale è protagonista anche della Pasqua tedesca. La casa viene addobbata con questo simbolo. La domenica di Pasqua i bambini partecipano alla caccia alle uova di cioccolato nascoste dai genitori. Tradizionale è anche l’usanza dei fuochi notturni di Pasqua, che devono essere accesi in modo naturale, senza accendino o fiammiferi. Le ceneri ottenute dai roghi vengono poi sparse dai contadini sui campi per favorire il buon raccolto e accogliere l’arrivo della primavera. Le celebrazioni cominciano già il giovedì Santo, giorno in cui si mangiano solo cibi verdi, come la zuppa alle sette erbe. Il pranzo ella domenica di Pasqua è quasi sempre a base di agnello e anche il dolce tradizionale ha la forma di un agnello.

La Pasqua negli Stati Uniti

Stati Uniti
In America è forte la tradizione dell’Easter Bunny, il coniglietto pasquale che nasconde uova sode colorate (oppure uova finte riempite di caramelle) per i bambini. Questi le cercano durante una vera e propria caccia al tesoro organizzata nei parchi, a scuola, nei giardini di casa: vince chi ne scova di più. L’origine di questa usanza risale al 1700, periodo in cui si riteneva che lepri e conigli deponessero uova nell’erba e anche dal fatto che i Cristiani considerano le uova il seme della vita e sono simbolicamente legate alla Resurrezione di Cristo. La tradizione di colorarle non ha ancora una spiegazione certa: la più accreditata si riferisce all’abitudine in voga nell’antico Egitto, in Grecia, a Roma e in Persia di colorare le uova per festeggiare l’arrivo della primavera. Sempre legata alle uova sode è l’usanza americana di rotolarle lungo i pendii del prato della Casa Bianca. La Egg roll di Whashington si svolge il lunedì di Pasqua ed è stata istituita da Dolly Madison, moglie del quarto presidente americano, che si ispirò alla “rotolata delle uova” dei bambini egiziani contro le piramidi. Infine c’è la parata di Pasqua, una tradizione newyorchese iniziata nel 1800. Si tratta di una sorta di sfilata nata dalla vanità dei cittadini più abbienti di mostrare i loro “vestiti della festa” indossati per andare in chiesa. Ora la parata, nonostante conservi un legame con la moda, non richiede di indossare abiti particolari ed è un susseguirsi di spettacoli ed esibizioni.

La Pasqua in Inghilterra

Inghilterra
Una delle cerimonie più vive è quella che si tiene presso l’Abbazia di Westminster il giovedì Santo quando, dopo la funzione religiosa, la regina distribuisce i cosiddetti Maundy money, soldi coniati appositamente per l’occasione, alle persone che si sono distinte in opere di pubblica utilità (tante persone quante sono gli anni della regina). Il venerdì Santo invece è giorno in cui si preparano gli hot gross buns, dolci di antichissima tradizione simili a brioches alla cannella e uvetta, decorati con una croce di glassa. Tradizionalmente questi dolci venivano mangiati come protezione contro il fuoco. La tradizione anglosassone dei coniglietti di cioccolato tra la sua origine dalla dea pagana Eostre (da cui deriva la parola Easter), venerata come dea della primavera, della rinascita e della fertilità. Questa era comunemente raffigurata con la forma di una lepre o di un coniglio e solo successivamente il nome fu impiegato per indicare la Resurrezione di Cristo. Oltre ai conigli di cioccolato, nei paesi anglosassoni, si conserva ancora l’usanza di regalare uova di cioccolato o uova sode decorate a bambini ed amici il giorno di Pasqua. Oggi, come in passato, le uova vengono dipinte a mano e decorate. Le uova di cioccolato devono essere trovate dai bambini inglesi attraverso la caccia alle uova chiamata Easter Egg Hunt. Altra usanza tipica di questa festività è il gioco Egg Roll, l’uovo che rotola, diffuso in molti Paesi del mondo, durante il quale i bambini fanno rotolare giù da una collina uova sode decorate, inseguendole fino al traguardo per poi avere un premio. La domenica di Pasqua, il pranzo in famiglia prevede agnello arrosto o stufato con erbe, verdure di stagione, patate e abbondante salsa alla menta. Il cioccolato viene servito come dolce, accompagnato dagli hot cross buns caldi con burro.

La Pasqua in Australia

Australia
La ricorrenza cade nella stagione autunnale e non in primavera come succede nell’emisfero settentrionale. Il simbolo della Pasqua australe è il roditore Billy, che ha sostituito la figura dell’Easter Bunny considerato di cattivo auspicio perché i conigli distruggono le coltivazioni. Anche in Australia si usa colorare e decorare le uova sode, mentre la domenica è tradizione regalare ai propri cari una montagna di frittelle. La Pasqua inizia il venerdì Santo e termina il lunedì dell’Angelo. A tavola si portano arrosto di agnello, manzo o pollo, patate, zucca, carote e verdure verdi.

La Pasqua in Spagna

Spagna
La tradizione pasquale in Spagna è forte e diffusa in tutto il Paese. A Barcellona è usanza, durante la domenica delle Palme, ricordare l’ingresso di Gesù a Gerusalemme dove fu accolto con palme e rami d’ulivo. I bambini portano in chiesa rami di foglie di palma intrecciate affinché vengano benedetti. Questi rami vengono poi appesi alle porte e alle finestre delle abitazioni per proteggerle dalla negatività. Il dolce tipico catalano legato al periodo si chiama Mona de Pasqua ed è una torta decorata con uova di cioccolato da condividere a tavola con amici e parenti. In tutta la Spagna si tengono processioni di confraternite molto particolari, in cui i partecipanti indossano abiti penitenziali con cappe a punta, e nascondono il viso dietro maschere. Le processioni più famose sono quelle di Zamora e Siviglia e si svolgono durante tutto l’arco della Settimana Santa.

La Pasqua in Olanda

Olanda
In Olanda e in generale in tutto il Nord Europa la Pasqua è soprattutto una festa che celebra l’inizio della primavera. Anche in questo Paese è tradizione che i genitori nascondano le uova in giardino per farle poi ritrovare dai bambini. Ogni casa viene addobbata con una corona appesa alla porta d’ingresso; in cucina si decorano le uova sode e tutti insieme si prepara il Paasbrod, un particolare pane dolce all’uvetta.

La Pasqua in Svezia

Svezia
Durante la domenica delle Palme è abitudine far benedire i gattici, rami di pioppo bianco con le gemme. Come in Finlandia, i bambini amano travestirsi da streghe e girare di casa in casa chiedendo caramelle o monete, secondo l’antico rito della strega pasquale. Secondo una credenza medioevale, infatti, i giorni prima di Pasqua erano quelli in cui le streghe volavano in cielo per raggiungere la montagna Blåkulla. Il pranzo pasquale consiste in una sorta di buffet con aringa, salmone, patate, polpette e salsicce.

Pasqua
Uova di Pasqua

Prossime partenze

Lourdes da Orio 27-30 Aprile

Lourdes

Pellegrinaggi

Pellegrinaggio tutto compreso con accompagnatore/ Guida Spirituale

PROGRAMMA

Medjugorje in bus all-inc 27 Aprile – 1 Maggio

Medjugorje

Pellegrinaggi

Pellegrinaggio tutto compreso con accompagnatore/ Guida Spirituale

PROGRAMMA

Polonia da Orio 27 Aprile – 1 Maggio

Polonia

Pellegrinaggi

Pellegrinaggio tutto compreso con accompagnatore

PROGRAMMA

Polonia da Ciampino 27-30 Aprile

Polonia

Pellegrinaggi

Pellegrinaggio tutto compreso con accompagnatore

PROGRAMMA

Rusconi Viaggi S.p.a.

   Go to the Incoming Site

in Evidenza

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome 
email* 
 

© Copyright 2017 by Rusconi Viaggi S.p.A. - C.F. e P.IVA: 01531930137

Viale Dante Alighieri, 28 - 23900 - Lecco