fbpx
Top
banneux e beauraing

Banneux e Beauraing, in Belgio all’ascolto del messaggio di Maria

Un pellegrinaggio in terra belga, particolare e suggestivo, nei luoghi dove Maria scelse di rivelarsi ad alcuni giovani ragazzi portando loro messaggi di fede e di soccorso ai poveri e ai malati. Un pellegrinaggio speciale, quello a Banneux e Beauraing, in cui corpo e spirito possono giovare delle proprietà benefiche dell’acqua miracolosa della sorgente di Banneux.

Vergine dei Poveri è l’appellativo dato dalla Chiesa cattolica alla figura di Maria apparsa alla piccola Mariette Beco a Banneux, in Belgio, nel 1933. Nel piccolo borgo situato sulle Ardenne, a una ventina di chilometri da Liegi, il 15 gennaio 1933 Mariette, quasi dodicenne, scorge dalla finestra di casa sua una figura di donna luminosa e vestita di bianco, con le mani giunte, che la invita a raggiungerla. La mamma impaurita le impedisce di uscire e poco dopo la Bella Signora scompare.

Dopo tre giorni Mariette rivede la figura luminosa alla stessa ora, e la segue fino ad una sorgente, che la Madonna definisce come “sua”. Il giorno dopo le si presenta come la Vergine dei Poveri, aggiungendo anche che la sorgente è per “tutte le nazioni e tutti i malati”. Il 20 gennaio Maria chiede alla giovane che venga fatta costruire una cappella. Le apparizioni continuano fino al 2 marzo, quando in una giornata di pioggia fitta, il cielo si rasserena e la Madonna appare a Mariette, benedicendola. Questa sarà l’ultima di otto apparizioni.

Le guarigioni di Banneux

Nei mesi successivi alle apparizioni si verificano una serie di guarigioni inspiegabili. Gli organi ecclesiastici competenti, con l’aiuto di personale medico, verificano le più rilevanti accertandone l’autenticità. Le guarigioni continuano tuttora e questo è uno dei motivi che spinge migliaia di pellegrini a recarsi ogni anno in pellegrinaggio al Santuario della Madonna dei poveri, dove è possibile giovare delle proprietà benefiche dell’acqua che sgorga dalla sorgente miracolosa.

Il riconoscimento delle apparizioni

Nel 1935 la Chiesa crea una commissione per accertare la veridicità delle apparizioni. Nel 1942 il vescovo di Liegi ne approva il culto. Nel 1949, le apparizioni vengono definitivamente approvate rientrando a pieno titolo nella lista di quelle ufficiali.

Beauraing

Beauring è una piccola località nel sud del Belgio in cui dal 1932 al 1933 si sono verificate una serie di apparizioni della Vergine dal Cuore d’oro, appellativo conferito alla Vergine apparsa a cinque giovani ragazzi proprio nel paese di Beauring. Il 29 novembre 1932 Fernande Voisin, di 15 anni, e i suoi fratelli Albert e Gilberte, di 11 e 13 anni, insieme alle amiche Andrée e Gilberte Degeimbre, di 14 e 9 anni, vedono una figura femminile luminosa camminare con le mani giunte, sopra una nuvola che le avvolge i piedi. Tutti e cinque i giovani la identificano come la Madonna. Le apparizioni si verificano anche nei giorni seguenti (furono 33 apparizioni in tutto), e si conclusero il 3 gennaio 1933. Dal 29 dicembre la Vergine si manifesta loro con il cuore illuminato, da qui la definizione Vergine dal cuore d’oro. La Madonna, durante le apparizioni, chiede ai ragazzi di essere molto buoni, di far costruire una cappella e rivela di essersi manifestata affinché quello diventi luogo di pellegrinaggio. Nacque così il Santuario di Beauraing.

Il riconoscimento delle apparizioni

Nel 1935 il vescovo di Namur crea una commissione d’inchiesta per verificarle l’autenticità delle apparizioni. Il culto di Nostra Signora di Beauraing viene autorizzato dal suo successore nel 1943 e le apparizioni vengono ufficialmente riconosciute il 2 luglio 1949.

Come sono strutturate le partenze di Rusconi Viaggi: Banneux e Beauraing

In attività dal 1981, Rusconi Viaggi affonda le radici della propria esperienza nel turismo religioso già a partire dal 1984, specializzandosi nell’organizzazione di pellegrinaggi. I pellegrinaggi di Rusconi Viaggi, compresi quelli a Banneux e Beauraing, si contraddistinguono per la presenza costante di accompagnatori altamente qualificati e, molto spesso, di guide spirituali. Sempre, anche se ci si iscrive individualmente, poiché si entra a far parte di un gruppo. La formula vincente adottata da Rusconi Viaggi è infatti quella di aggregare singole persone che vanno a formare gruppi. Questi ultimi vengono guidati da un accompagnatore laico sempre presente e molto preparato e spesso da un sacerdote che celebra le Sante Messe, confessa, guida la Via Crucis e molto altro. Partecipare a un pellegrinaggio Rusconi Viaggi significa essere assistiti e accompagnati in ogni momento della giornata, senza doversi preoccupare di nulla. I pacchetti di viaggio, inoltre, prevedono tutti l’assicurazione medico-bagaglio e annullamento. Per agevolare la formazione dei gruppi e veder confermata la data di partenza prescelta (serve il raggiungimento del numero minimo di partecipanti) è consigliato iscriversi tempestivamente al pellegrinaggio preferito. Per tale motivo Rusconi Viaggi premia chi si prenota con largo anticipo applicando quote speciali con la formula “Prenota prima… spendi meno”.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Chat
chatta
Clicca sul pulsante per chattare direttamente con noi..