Top
 

Terra Santa Classica da Orio e Malpensa

€1220 €1160 a persona

La Terra Santa è spesso chiamata “Santuario a cielo aperto”. Percorrere le strade tracciate dai nostri Padri, attraversare i deserti dei Profeti, meditare là dove Gesù parlò alle folle, pregare dove si raccoglieva la prima Chiesa, vivere le emozioni della fede così come le vissero i primi discepoli di Gesù è un’esperienza fondamentale nel cammino di fede di ogni cristiano.
Ma non solo. In una terra lacerata dai conflitti, la presenza dei pellegrini può contribuire a mitigare le tensioni e favorire il dialogo tra le parti, spingendole ad usare le “armi della ragione” anziché la “ragione delle armi”.

6 giorni
di Gruppo
1
Primo giorno: Italia - Tel Aviv - Galilea
Nella primissima mattinata ritrovo dei partecipanti in aeroporto e partenza per Tel Aviv con volo di linea. Arrivo, incontro con la guida e partenza per la Galilea lungo la strada costiera. Pranzo con cestino da viaggio. Sosta a Cesarea per ammirare l’acquedotto e l’esterno dell’anfiteatro romano e al Monte Carmelo per la visita del Santuario di Stella Maris. Arrivo in serata a Nazareth e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.
2
Secondo giorno: Nazareth - Monte Tabor
Pensione completa. Mattinata dedicata alla visita di Nazareth: la Basilica dell’Annunciazione, la Chiesa di San Giuseppe, la Sinagoga e la Fontana della Madonna. Nel pomeriggio escursione al Monte Tabor (Basilica della Trasfigurazione) e sosta a Cana, località che ricorda il primo miracolo di Gesù.
3
Terzo giorno: Lago di Tiberiade - Giudea
Pensione completa. Visita dei luoghi cruciali della predicazione di Gesù attorno al Lago di Tiberiade: il Monte delle Beatitudini; Tabga, con le chiese del Primato e della Moltiplicazione dei pani e dei pesci; Cafarnao, con il memoriale di San Pietro, la Sinagoga e gli scavi archeologici. Rinnovo delle promesse battesimali e partenza per la Giudea. Sosta a Gerico, con il sicomoro e il Monte delle Tentazioni, e al Mar Morto. Arrivo in serata in Giudea e sistemazione nelle camere riservate.
4
Quarto giorno: Gerusalemme
Pensione completa. In mattinata visita della Monte Sion con il Cenacolo, la Basilica della Dormizione e San Pietro in Gallicantu. Il pomeriggio sarà dedicato alla Gerusalemme antica: La Chiesa di Sant’Anna con la piscina probatica, i quartieri della città Vecchia, il percorso della Via Dolorosa, fino alla Basilica del Santo Sepolcro.
5
Quinto giorno: Betlemme - Gerusalemme
Pensione completa. La mattinata sarà dedicata alla visita di Betlemme con la Basilica della Natività e del Campo dei Pastori. Nel pomeriggio trasferimento a Gerusalemme e visita al Monte dei Ulivi: Edicola dell’Ascensione, Chiesa del Pater Noster, Dominus Flevit, Orto degli Ulivi e Basilica dell’Agonia.
6
Ultimo giorno: Betlemme - Tel Aviv - Italia
Prima colazione e partenza per l’aeroporto di Tel Aviv. Disbrigo delle formalità d’imbarco e rientro in Italia.
  • Documento richiesto
Per l’ingresso in Israele è necessario il passaporto individuale con una validità residua di almeno 6 mesi oltre le date del viaggio. Ai cittadini italiani non è richiesto il visto di ingresso. Ricordiamo che dal Giugno 2014 il bollo annuale è stato abolito. Il passaporto individuale è obbligatorio anche per i minori; per i viaggi all’estero di minori si raccomanda di assumere informazioni aggiornate presso la propria Questura. All’arrivo in Israele, nessun timbro verrà apposto sul passaporto; verrà consegnato un piccolo foglietto recante i dati del passaporto stesso che dovrà essere conservato fino alla fine del viaggio.
  • Orario
Un’ora in più rispetto all’Italia.
  • Clima e abbigliamento
Pur trattandosi di un’area relativamente piccola, la morfologia del territorio e le condizione climatiche variano considerevolmente da regione a regione: da estati umide e inverni miti sulla costa si passa a estati secche e inverni moderatamente freddi nelle regioni collinari, come Gerusalemme. Le zone intorno a Eilat e al Mar Morto godono di un clima relativamente caldo anche in inverno. In estate prevedere abiti leggeri, cappello, occhiali da sole e una giacca o un pullover di lana per le fresche serate in collina e per combattere l’aria condizionata, a volte eccessiva, negli alberghi. In inverno vestiti di mezza stagione, giacca a vento e un maglione pesante. Dato che le temperature variano in modo sensibile a seconda delle regioni visitate e dal giorno alla notte, l’ideale è un abbigliamento “a strati”. Si raccomandano scarpe comode, crema solare e costume da bagno per la sosta al Mar Morto.
  • Valuta
La moneta locale è il Nuovo Shekel Israeliano (NIS), suddiviso in 100 Agorot, il cui valore è abbastanza instabile (attualmente € 1 = NIS 4.00 circa). E’ generalmente possibile pagare merci e servizi in Euro anche se il resto viene dato in Shekel. Il cambio può essere effettuato nelle banche o negli alberghi. La valuta non spesa deve essere riconvertita all’aeroporto di Tel Aviv prima del rientro in Italia. Le principali carte di credito sono largamente accettate in tutto il Paese. E’ inoltre possibile prelevare contanti dagli sportelli automatici (ATM) con carte di credito/bancomat di circuito internazionale.
  • Lingua
Le lingue ufficiali ed obbligatorie nelle scuole sono l’ebraico, l’arabo e l’inglese.
  • Telefono
Per telefonare in Israele comporre lo 00972 seguito dal prefisso della località senza lo zero e dal numero desiderato. Per telefonare in Italia da Israele, comporre lo 0039 seguito dal prefisso della città con lo zero, più il numero dell’abbonato. Telefonare dagli alberghi è costoso. E’ molto più economico telefonare dalle cabine pubbliche con l’apposita tessera, in vendita presso uffici postali, edicole, chioschi, bar, caffè.
  • Elettricità
La corrente è a 220 volt e le prese sono di tipo europeo a doppio ingresso.
  • Cucina
La cucina israeliana fonde piatti di tradizionale orientale con i tipici piatti occidentali. La cucina “kasher” si adegua alle norme alimentari ebraiche che proibiscono il consumo di alcuni alimenti (come i frutti di mare o la carne di maiale) e di servire latticini insieme a pietanze a base di carne. Ottimi i dolci in alcune pasticcerie di Nazareth e la frutta di Gerico. I vini locali sono di buona qualità. Il caffé servito nei locali pubblici è quello arabo (turco), aromatico e denso; negli alberghi in genere viene servito quello americano, lungo e leggero. Negli alberghi la cucina è generalmente internazionale.
Le quote comprendono:
  • Viaggio aereo in classe economica con voli di linea.
  • Tasse aeroportuali e di sicurezza.
  • Un bagaglio da 10 Kg.
  • Trasferimenti visite ed escursioni da programma con bus dotati di aria condizionata.
  • Alloggio in case religiose o hotel 3 / 4 stelle in camere doppie con servizi.
  • Trattamento di pensione completa.
  • Ingressi ai siti indicati nel programma.
  • Guida locale cristiana parlante italiano (autorizzata dalla Commissione Pellegrinaggi in Terra Santa).
  • Auricolari per facilitare l’ascolto delle spiegazioni della Guida.
  • Assicurazione medico, bagaglio e annullamento viaggio.
  • Materiale in esclusiva a supporto viaggio.
  • Mance.
Le quote non comprendono:
  • Quota iscrizione € 50.
  • Bevande.
  • Bagaglio in stiva.
  • Visite ed escursioni facoltative.
  • Extra di carattere personale.
  • Tutto quanto non espressamente indicato sotto la voce: “le quote comprendono”.
Supplementi
  • Camera singola: € 60 a notte
  • Bagaglio grande in stiva: su richiesta
  • Posto assegnato a bordo: su richiesta
Riduzioni
  • Bambino (2-12 anni non compiuti) in camera tripla con due adulti: 20%
  • Religiose e religiosi: 10%